Settimana della Moda a Milano 2017 nel segno della sostenibilità

Livia Giuggioli FirthAuthor:  Emanuela L.
Photo: quotidiano.net

E’ andata in scena dal 22 al 27 febbraio 2017 la nuova Settimana della Moda a Milano e che ha rappresentato il punto di incontro di visitatori, star, modelli e testimonial. Sono state in tutto 70 le sfilate andate in scena, per un totale di 174 nuove collezioni che hanno trovato spazio in uno degli eventi più attesi e visitati dell’anno.

Questi sono solo alcuni dei numeri che hanno reso possibile la realizzazione dell’imperdibile evento in grado di richiamare nella Capitale della moda oltre 15 mila visitatori e che alimentano un giro di affari di diversi milioni di euro. Un reparto, quello della moda, che nel nostro Paese si riconferma anche in questa occasione predominante, soprattutto per il settore dell’economia. A ribadire la sua importanza è stato anche Carlo Capasa, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana e che ha messo in luce un altro aspetto fondamentale emerso proprio in concomitanza della Settimana della Moda a Milano.

Come ormai avviene da diversi anni, anche in questa occasione è stato evidenziato uno degli aspetti salienti sul quale i vari brand nazionali ed internazionali sembrano aver sempre più prestato attenzione, ovvero la sostenibilità. La moda Green, dunque, rappresenta ormai la parola d’ordine, anticipata dal “Manifesto della sostenibilità per la moda Italiana” del 2012.

Anche l’edizione 2017 della Settimana della Moda milanese ha voluto porre come obiettivo l’attenzione all’ambiente ed alla sostenibilità ed è nell’ambito di questa tendenza che si è inserito l’evento The Green Carpet Fashion Awards Italia, pensato per celebrare i grandi stilisti italiani e che si è svolto presso il Teatro alla Scala. Non solo brand del calibro di Fendi, Giorgio Armani, Gucci, Prada, Valentino ma anche designer emergenti hanno preso parte all’evento presentato da Livia Giuggioli Firth, ambientalista e fondatrice di Eco-Age e giunta a Milano proprio nel primo giorno di sfilate nel corso della celebre Settimana. In merito, la 47enne moglie del premio Oscar Colin Firth, ha dichiarato: “La moda non è solo un prodotto finale ma è industria e artigianato. Se penso alla sostenibilità penso al made in Italy”.