moda-Pitti-Uomo-93Author: Emanuela Longo
Photo: http://www.mam-e.it

È tutto pronto in vista della nuova edizione del Pitti Uomo 2018, giunta alla numero 93 e che andrà in scena dal 9 al 12 gennaio 2018, come sempre nella splendida cornice fiorentina della Fortezza da Basso. Il paradiso della moda maschile regalerà ancora una volta le novità fashion in merito alle collezioni che si imporranno nella stagione invernale 2019. Per la prossima edizione sono attesi oltre 1200 marchi di cui quasi la metà del totale provenienti dall’estero.

Per l’occasione il salone della moda maschile si trasformerà a tutti gli effetti in un festival del cinema. Non a caso il tema sarà “Pitti Live Movie”. L’edizione numero 93 è molto attesa anche da parte dello stesso direttore generale di Pitti Uomo, Agostino Poletto, il quale ha voluto ribadire come l’evento rappresenti di volta in volta “un grande film sulla moda” con protagonisti “marchi, aziende, buyers, giornalisti, influencer e visitatori da tutto il mondo”. E così sarà anche con l’inizio del nuovo anno.

Il cinema al centro del Pitti Uomo 2018: questa idea sarà fattibile anche alla costruzione di un vero Movie theatres district in Fortezza, caratterizzato da blockbuster, film cult ed inediti di cui 11 prodotti da Pitti, che daranno l’impressione di essere a tutti gli effetti su un vero set. Ogni padiglione rappresenterà un genere cinematografico, senza mai perdere il fil rouge dell’intera edizione.

Il Pitti Uomo si pone ancora una volta come una immensa piattaforma internazionale che segna anche le tendenze sul piano della moda, non solo in termini di collezioni ma anche di fatturato. Basti pensare che l’export di moda italiana è salito del +3% e si pone in crescita su tutti i mercati.

Passiamo ora ai protagonisti del Pitti Uomo 93: Brook Brothers, antico brand di abbigliamento americano, ha deciso di festeggiare i suoi 200 anni con una sfilata Special Event che si terrà proprio a Firenze il 10 gennaio nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Guest designer dell’edizione saranno due stilisti giapponesi e creativi di due generazioni, Undercover di Jun Takahashi e Takahiromiyashitat The Soloist. Attesa anche per il Gucci Garden di Piazza della Signoria realizzato dal direttore creativo Alessandro Michele. Lo spazio contemplerà non solo un negozio di pezzi unici ma anche un ristorante curato dallo chef stellato Massimo Bottura. E poi ancora spazio alle produzioni locali così come a quelle internazionali con giovani stilisti dalla Finlandia e non solo.