Author: Emanuela Longo
Photo: http://www.viviconstile.it

Al Pitti Uomo 2018, il grande festival della moda che si è celebrato a Firenze a gennaio, ad andare per la maggiore è stato il look da gangster con tanto di panciotto, cappello in stile borsalino, vestito color azzurro e l’immancabile sigaro, meglio se toscano. Il look anni Venti, insomma, ma con un tocco di immancabile originalità ha fatto davvero impazzire tutti. Per alcuni questo più che un look è un vero e proprio modo di essere, non solo in occasione dell’importante manifestazione fashion, come hanno dichiarato i fratelli Marmora di Potenza.

Il loro abbigliamento si è caratterizzato per i panciotti dai colori sgargianti, baffi arricciati e curatissimi, intramontabile trend anche in questo esordio di 2018. Ed a proposito di eccentricità, Roberto Malizia, in arte Malice (influencer della moda), ha dichiarato durante le giornate del Pitti Uomo: “L’accessorio vistoso è importantissimo per le prossime stagioni”.

Un outfit riconoscibile aiuta certamente nel mondo della moda, ma quello da gangster emerso nell’evento fiorentino non è stato l’unico. Ulteriore outfit che preannuncia una delle tendenze più attese nelle prossime stagioni è rappresentato da quello da pescatore nordeuropeo.

Da cosa si riconosce? Dai pantaloni rigirati lunghi fino alla caviglia ma anche dalle salopette di jeans, dai cappotti slargati ed ovviamente dall’immancabile cappellino di lana. E voi, vi sentite più gangster o pescatori?