Author: Emanuela Longo
Photo: http://www.Esquire.com

Non solo stili classici al Pitti Uomo 2018 ma anche tanto sport nella moda maschile che caratterizzerà la prossima stagione invernale. Lo stile sportivo è un evergreen che non muore mai, come testimoniato esattamente dalle nuove collezioni athletic dei grandi brand menswear ma anche i nuovi progetti appena presentati, come Athlovers, nato dalla collaborazione con Reda. All’eleganza maschile classica si coniuga alla perfezione anche l’outdoor giapponese e koreano di ultimissima generazione. Il tutto, ovviamente, caratterizzato dall’impiego di tessuti inediti e progettati per garantire comfort e stile all’uomo moderno che non solo lavora ma anche viaggia, va in palestra ed ama passare il tempo libero all’aria aperta.

Ma la moda sportiva presentata al Pitti Uomo 93 è anche rivolta all’ambiente con collezioni che strizzano l’occhio anche alla sempre più seguita moda ecologica. Un esempio è rappresentato da Fgf Industry di Enzo Fusco che nella sua nuova collezione Blauer Down Jackets ha affiancato ai classici capi imbottiti in piuma d’oca anche – per la prima volta, quelli in materiale sintetico o in piume ecologiche made in Unione Europea e ovviamente eco-friendly.

Tra le novità contenuti da Athlovers, il marchio 42.54 che si caratterizza per uno stile ribelle. Ma troviamo anche il brand tedesco Aeance che punta tutto su linee clean e minimali dando vita ad una collezione non solo maschile ma anche destinata alle donne composta da 19 capi e incentrata sulla totale innovazione tecnica dei materiali che mescolano perfettamente ricerca e comfort.

Dagli Stati Uniti troviamo poi Dyne che si basa sullo stile sportivo da combattimento, infine Isaora, estremamente basato sul dinamismo delle metropoli. Protagonista del Pitti Uomo anche Kappa che ha dato il via ad una importante rivoluzione che riprende la banda che ha reso celebre il marchio, su denim e tessuti di altissima qualità, pantaloni e blazer dai tagli sartoriali ma anche bomber in pelle.