Author: Emanuela Longo
Photo: http://www.buro247.me

Il Pitti Uomo 2018, giunto alla sua 93esima edizione, è stato davvero ricchissimo di novità e collezioni sorprendenti che non ci aspettavamo affatto. Ad emergere con una certa preponderanza sono stati soprattutto i look street style che non sono certamente passati inosservati. In molti hanno scambiato le sfilate delle nuove collezioni che vedremo nel prossimo inverno 2018-2019 in vere e proprie feste in maschera. I completi maschili dedicati alle occasioni formali, ad esempio, sembravano ispirarsi ai protagonisti di pellicole storiche, restando così nell’ambito del tema centrale dell’edizione, il cinema per l’appunto.

Troviamo così gli abiti che sembrano essere usciti alla perfezione dal set di Gangs of New York, il film di Martin Scorsese, nei panni dei nuovi ricchi dell’America dell’800 con addosso completi a quadri colorati. E poi anche gli outfit tipici di The Untouchables – Gli intoccabili, tra chi preferisce fare la parte del cattivo con cappello panama chiaro e cappotto beige in perfetto stile Al Capone e chi invece quella del buono con gilet e coppola.

Ma al Pitti Uomo c’è stato spazio anche per gli outfit che sembrano essere giunti direttamente dal Far West, con cappello da cowboy e soprabito abbinato, panciotto e immancabile orologio nel taschino.

Non solo però ispirazioni prettamente americane ma anche europee, con lo stile British che anche quest’anno ha conquistato il pubblico del Pitti Uomo. Protagonista è stata ad esempio la storia della Scozia ma anche quella italiana, con look apparentemente classici caratterizzati al tempo stesso da mix di tessuti e materiali del tutto inediti. Il tutto per dare l’impressione di uscire direttamente da un film in costume.