Author: Emanuela Longo
Photo: IoDonna.it

Anche Giorgio Armani ha scelto la Milano Fashion Week per presentare le sue ultime creazioni per la stagione autunno inverno 2018-2019. E’ stato lo stesso stilista a spiegare come in passerella sia andata in scena una collezione totalmente “senza confini, ricca, che attinge a molte culture per creare una moda in cui la compresenza si oppone all’esclusione”.

La sfilata di Re Armani ha mirato a mixare elementi provenienti da differenti mondi, accogliendo però al suo interno le tracce di altre culture e mettendole insieme in un mix equilibrato e strettamente connesso al gusto personale dello stesso stilista, un gusto che lo stesso Armani ha definito “per l’eleganza lineare” ed all’insegna “dell’inclusione gentile”.

Ma cosa è andato in scena in passerella? Si parte dai pantaloni dalla linea morbida e dallo stile mediorientale, con giacche sinonimo di perfezione e grandi baschi realizzati in eco pelliccia colorata. Nella nuova collezione firmata Armani non mancano i cuissards stringati, gonnelline mosse da nodi, cappe e mantelle tenute chiuse da cinture oltre alle grandi gonne con orli asimmetrici che bene si adattano a collane con mezzelune e nappine. E poi non mancano le giacche con ricami e l’abito salopette da indossare a nudo, al pari del completo in velluto total black.

Sul finale della Settimana della moda di Milano, Armani ha sfilato anche con la linea Emporio proponendo in questo caso minigonne luccicanti, pantaloncini che lasciano trasparire le gambe da indossare con i sensuali Camperos. In merito ai colori, il nero si abbina alla perfezione con il verde ed il turchese. Infine spazio agli accessori dove il logo si trasforma in cintura e monile da indossare sul soprabito lavorato, mentre anche le micro borsette super preziose si porteranno come se fossero delle collane.